Il Coypu (Nutria) è un roditore nativo della Patagonia e il suo areale comprende la parte settentrionale dell’Argentina, della Bolivia, Paraguay, Uruguay, Brasile meridionale e Cile.

I principali motivi di introduzione della Nutria in altri Paesi (al di fuori del Sud America) sono da ricercarsi in:
rilasci intenzionali: la stragrande maggioranza delle popolazioni presenti al di fuori dell’areale di origine sono dovute alle liberazioni intenzionali dei piccoli allevatori di aziende per la produzione della pelliccia di castorino;
fughe accidentali: corrispondono ad una piccola percentuale ma sono dovute a scarse misure di sicurezza degli stessi allevamenti di castorino.
Spesso, le popolazioni naturalizzate di nutria derivano proprio da nuclei rilasciati intenzionalmente dagli allevatori. In Spagna ad esempio le Nutrie sono entrate dalla Francia.
Le popolazioni naturalizzate di Myocastor coypus conosciuto fino ad ora si trovano in Nord America, Europa, Asia centrale e settentrionale, Giappone, Africa orientale e Medio Oriente.
Nell’Inghilterra orientale la specie è stata eradicata dopo 11 anni per i seguenti motivi:
– nuclei isolati,
– successione di inverni particolarmente rigidi,
– campagne di controllo numerico immediate.
Nonostante ci siano diversi programma di contenimento relativi a questo animale soprattutto in America ed Europa, i range di distribuzione e la densità di popolazione stanno aumentando in diversi Paesi.

Paese Stato

Albania: Aliena/Naturalizzata
Austria: Aliena/Naturalizzata
Bielorussia: Aliena/Non Naturalizzata
Belgio: Aliena/Naturalizzata
Bulgaria: Aliena/Naturalizzata
Croazia: Aliena/Naturalizzata
Repubblica Ceca: Aliena/Non Naturalizzata
Danimarca: Aliena/Non Naturalizzata
Russia europea: Aliena/Naturalizzata
Finlandia: Aliena/Estinta
Francia: Aliena/Naturalizzata
Germania: Aliena/Naturalizzata
Gran Bretagna: Aliena/Estinta
Grecia: Aliena/Naturalizzata
Irlanda: Aliena/Estinta
Israele: Aliena/Naturalizzata
Italia: Aliena/Naturalizzata
Lituania: Aliena/Non Naturalizzata
Lussemburg:o Aliena/Naturalizzata
Macedonia: Aliena/Naturalizzata
Olanda: Aliena/Naturalizzata
Norvegia: Aliena/Estinta
Polonia: Aliena/Non Naturalizzata
Romania: Aliena/Naturalizzata
Sardegna: Aliena/Naturalizzata
Serbia: Aliena/Naturalizzata
Sicilia: Aliena/Naturalizzata
Slovacchia: Aliena/Naturalizzata
Slovenia: Aliena/Naturalizzata
Spagna: Aliena/Naturalizzata
Svezia: Aliena/Estinta
Svizzera: Aliena/Non Naturalizzata
Ucraina: Aliena/Naturalizzata


FIG. 1 – diffusione e distribuzione della nutria (Myocastor coypus)

Austria: le Nutrie sono state allevate in Austria (Laurie, 1946). La cattura degli esemplari liberati è iniziata nel 1935 (Aliev, 1967)

Belgio: le nutrie sono state allevate in cattività dal 1930 e sono ora selvatiche (Laurie, 1946; Aliev, 1967; Litjens, 1980).

Bulgaria: Aliev (1967) non ha osservato nutrie qui. Mitchell-Jones e altri (1999) hanno segnalato la nutria lungo le frontiere con la Grecia e la Romania.

Ex Repubblica della Cecoslovacchia (Repubblica Ceca e Slovacchia): in base a Kinler e altri (1987) e Aliev (1967), le nutrie sono state allevate in cattività.

Danimarca: Stubbe (1989) ha segnalato esemplari di nutria in natura in Danimarca nel 1930 e 1940, ma non potrebbero sopravvivere a successivi inverni rigidi. Attualmente, non sono segnalati individui di nutria in Danimarca (Mitchell-Jones e altri, 1999).

Inghilterra: Il primo nucleo di nutria è stato importato in Gran Bretagna nel 1929 per la loro pelliccia dalle aziende agricole (Laurie, 1946). Una campagna di eradicazione lunga 10 anni è stata avviata nel 1981,(Gosling e Baker, 1987). Il 10 gennaio 1989 la nutria è stata dichiara estinta.

Finlandia: Aliev (1967) ha stilato una mappa in cui sono indicate le popolazioni selvatiche di nutria in Finlandia. Nei primi anni 1990 sono stati segnalati esemplari di Coypu fuggiti da allevamenti da pelliccia. Popolazioni selvatiche esistevano nel sud della Finlandia nei pressi di Turku (K. Jutila, orale comune.). Le nutrie sono considerate come un gioco per le associazioni di caccia (finlandese Hunters’ Central Organizzazion, 2000). Tuttavia, Mitchell-Jones (1999) li classifica come estinte allo stato selvatico. Si ipotizza che inverni rigidi abbiano causato la morte in queste zone (K. Jutila).

Francia: La nutria è stata introdotta in Francia già nel 1882, qui sono iniziati gli allevamenti per la produzione di pellicce in modo serio dal 1925 al 1928 (Bourdelle, 1939). Alcune nutrie sono fuggite e sono divenute selvatiche (Bourdelle, 1939). Dal 1974 al 1985 sono aumentate in numero e sono stati controllati con avvelenamento tramite farmaci anti-coagulanti (Abbas, 1991).

Germania: Le Nutrie sono state introdotte per la prima volta in Germania nel 1926, e dal 1935 le piccole colonie selvatiche cominciarono ad apparire nel canale Elbe-Trave (Van Den Brink, 1968; Stubbe, 1992; Gebhardt, 1996).

Grecia: Le Nutrie sono state allevate in cattività in Grecia (Aliev, 1967). Tra il 1948 e il 1966 sono state osservate in natura in diversi di habitat, come stagni, laghi, canali, fiumi, paludi, prati e zone boschive (Ehrlich, 1967).

Ungheria: Le Nutrie sono state allevate in Ungheria
(S

ztojkov e altri, 1982; Kinler e altri, 1987; Salyi e altri, 1988). Tuttavia, Mitchell-Jones e altri (1999) indicano la Nutria presente in Ungheria meridionale vicino al confine.

Irlanda: Aliev (1967) ha disegnato una mappa dove ha registrato la loro presenza qui, ma non ha fornito ulteriori informazioni. Mitchell-Jones e altri (1999) non hanno riportato la presenza di castorini.

Italia: Il primo caso di importazione di Nutria in Italia risale al 1928 per uso commerciale (Cocchi e Riga, 1999). Gruppi di Nutria sono stati segnalati allo stato selvatico nel 1960 (Reggiani e altri, 1993). Nutria si sono diffuse da Italia alla Sicilia e Sardegna e sono attualmente considerati come una specie invasiva a causa dei danni che provocano al riso delle ziende agricole (Cocchi e Riga, 1999). Piero Genovesi (2003) ha calcolato che tra il 1996 e il 2000, la nutria ha causato 14 milioni di euro i danni e le perdite dovute alla nutria sono previste in aumento di 9-12 milioni di euro / anno.

Paesi Bassi: Le Nutrie sono state introdotte nei Paesi Bassi per la loro pelliccia intorno al 1930 dal settore agricolo, e dal 1940 sono stati osservati i primi nuclei selvatici (Litjens, 1980). Poiché arrecano danni agli argini e alle colture di barbabietola da zucchero, sono considerati un candidato per l’eradicazione dalle agenzie europee (Litjens, 1980). Il controllo è attuato tramite cattura (Litjens, 1984). Nonostante le perdite di popolazione di Coypu dovute alle catture e agli inverni rigidi, le nutrie persistono nel Neatherlands perché l’inquinamento aumenta la temperatura dell’ambiente circostante consentendo di sopravvivere ad alcuni inverni rigidi e l’immigrazione dal Belgio e dalla Germania ricostituisce la popolazione (Litjens, 1980).

Norvegia: l’allevamento in cattività è stata praticato anche in Norvegia (Aliev, 1967; Laurie, 1946, Van Den Brink, 1968). Tuttavia, Mitchell-Jones e altri (1999) elencano le nutrie come estinte allo stato selvatico.

Polonia: Nutrie allevate in cattività, ma anche gestite in stato semiselvatico negli stagni in Polonia (Ehrlich, 1962; Kinler e altri, 1987). Osservati in natura dal 1948 (Ehrlich, 1967).

Romania: Aliev (1967) non ha indicato gli animali come presenti in Romania. Nella recensione di Stubbe (1989) sulla nutria in Germania, ha rilevato che erano stati osservati degli animali selvatici. Sono ora al confine sud con la Bulgaria e lungo il Mar Nero (Mitchell-Jones e altri, 1999).

Spagna: Le Nutrie sono state allevate in cattività in Spagna (Aliev, 1967). Nel 1999, (Mitchell-Jones e altri) le hanno indicate come estinte allo stato selvatico in Spagna. Tuttavia, i recenti studi (Piero Genovesi, 2003) indicano che le piccole popolazioni di nutria si sono stabilite nel nord della Spagna, lungo il confine con la Francia, dove a quanto pare la migrazione continua.

Svezia: Una mappa indicata la loro presenza allo stato selvatico nel 1967 (Aliev 1967), e continuano ad essere allevati in aziende agricole. Tuttavia, Mitchell-Jones e altri (1999) le elencano come estinte allo stato selvatico.

Svizzera: Mitchell-Jones e altri (1999) hanno riportato la presenza di coypu in Svizzera, anche se Aliev (1967) non ha avuto riscontri.

Ex Repubblica di Jugoslavia (Serbia, Montenegro, Bosnia – Herz., Macedonia, Croazia e Slovenia): Nutria sono state allevate in cattività in Jugoslavia (Aliev, 1967). Il loro stato attuale non è noto.

fonte: http://www.nwrc.usgs.gov/special/nutria/europe.htm

Lascia un Commento

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud