Come accudire una Nutria – LEZIONE 5: IL MANTENIMENTO

Continuano le lezioni di come accudire le Nutrie nel qual caso vi ritrovaste con questo simpatico Roditore in casa. Questa situazione pero’ deve essere conseguente ad un salvataggio.
Willy, il cucciolo di Nutria, ha ormai quasi 3 mesi ed e’ abbastanza grande anche se molto dipendente dal contatto umano. Sa cavarsela da solo pero’ in caso di difficolta’ o pericolo tende sempre a cercare l’aiuto dell’uomo.
SVILUPPI RELAZIONE NUTRIA-UOMO
Nonostante una Nutria sia stata salvata da un uomo, essa manterra’ sempre i suoi istinti e comportamenti difatti l’imprintig agisce solo dal soggetto all’ambiente e non viceversa: la Nutria pensa che noi (umani) siamo Nutrie o comunque fattori positivi della sua vita. Gli animali allevati dagli uomini NON pensano di essere umani in quanto si comportano esattamente come individui della propria specie.
Il rapporto che si instaura tra questo Roditore e l’uomo e’ di fiducia e affetto reciproco difatti la Nutria comunica, vocalizza, si fa capire e riconosce come suo simile l’essere umano. Piu’ cresce piu’ la Nutria diviene curiosa e vivace (questo e’ sintomo di buona salute) ma e’ in grado di adattarsi perfettamente alla vita domestica. E’ pero’ molto importante fare in modo che il Coypu (Nutria) possa vivere la sua giusta vita per cui e’ indispensabile eseguire le azioni descritte in seguito.
SPAZI VITALI
Man mano che cresce e’ buona norma premunirsi di gabbie piu’ ampie, quelle da coniglio nano lunghe 1 metro, alte 60 cm e profonde 60 cm sono l’ideale. Siccome per gran parte della giornata dorme, di sera e’ bene farla uscire sia in casa (tende solo come tutti i Roditore ad essere attratta dai fili ma non rosicchia mobili, ha una predilizione pero’ per le ciabatte in gomma e le stringhe delle scarpe), che portarla in qualche parco per farla pascolare. E’ ghiotta infatti di trifoglio, tarassaco e altre erbe comuni (anche rovi).
Nutria che riposa nella sua gabbietta

IL PASCOLO
Personalmente porto in parco pubblico la Nutria in una gabbietta piu’ piccola che utilizzo come trasportino e la libero appena arrivati nel prato. Non vi e’ bisogno di guinzaglio perche’ la Nutria vi seguira’ da sola e stara’ sempre vicino a voi, in particolare il suono della voce e i nostri piedi la rendono tranquilla e la fanno sentire al sicuro.

Nutria nel parchetto che si lascia accarezzare

L’ALLATTAMENTO E IL CIBO
Verso i 2 mesi – 2 mesi e mezzo la Nutria diminuisce la rischiesta di latte e puo’ anche bere quello di bovino. Attualemente prende 3 – 4 pasti (di latte) al giorno. Purtroppo non e’ capace di bere dal beverino per cui l’apporto idrico e’ ancora dato dal latte, dalla verdura e dall’acqua durante il bagnetto. Il cibo e’ vario e consta di diversa verdura e ortaggi ma anche farinacei (lattuga, cicorione, lattughino, radicchio, carote, mele, angurie, biscotti, grissini, etc.).
Nutria in cucina che mangia il suo biscotto preferito

IL BAGNO
E’ molto importante fare alla Nutria almeno 1 volta al giorno il bagno. Una vasca da bagno riempita con 20 cm di acqua va bene. In tal modo puo’ bere, idratarsi ma soprattutto lavarsi e muoversi. In acqua inoltre l’attivita’ di defecazione tende ad aumentare nonostante le escrezioni siano fatte regolarmente anche nella gabbietta.TRASPORTO
E’ buona norma trasportare la Nutria con una gabbia piu’ piccola e posizionarla sul sedile posteriore della macchina coprendo la gabbietta con un panno. Si raccomanda la guida con prudenza.

RITMI SONNO-VEGLIA
La Nutria una volta abituata alla vita domestica impara ad assimilare anche i ritmi cronobiologici dell’ambiente circostante difatti dorme di notte tanto quanto le persone che vi sono in casa e anche durante tutto il giorno riposa, essendo comunque un animale preferibilmente crepuscolare. Piccolo aneddoto: preferisce dormire sapendo che c’e’ qualcuno vicino per cui e’ bene tenere la gabbietta con la Nutria nella propria camera altrimenti potrebbe piangere per cercare la compagnia. Spesso quando la lascio libera in casa di sera, si sdraia vicino ai miei piedi mentre io sono al computer.
Nutria sdraiata vicino ai piedi, e’ molto affettuosa